logo

Attivita'  fisica

Attivita' fisica

Parlando di benessere non si può non far riferimento allo sport. Ma in questo caso, senza intendere necessariamente l’attività fisica come attività intensiva. Se non estrema. Per avere un effetto benefico, non è necessario che sia praticata a livelli agonistici o competitivi. L’importante e praticarla con costanza. Dunque, anche una semplice passeggiata, un giro in bicicletta o uno sport di gruppo, se svolti in modo moderato e regolare, possono influire molto e in maniera positiva sul benessere e sulla salute di ognuno. Al contrario, l’inattività fisica è un vero pericolo per il nostro benessere. Viene identificata come il quarto fattore di rischio per la mortalità globale. Si stima causi 3,2 milioni di morti al mondo.

Lo sport fa bene anche allo spirito, non solo al fisico. Scarica tossine, mette in circolo adrenalina, produce endorfine, attiva il metabolismo. Tutti fattori indispensabili al quale deve necessariamente aggiungersi un altro elemento per il funzionamento dell’organismo: l’equilibrio idrico, il sostanziale pareggio fra le entrate e le uscite di acqua dall’organismo. Se la temperatura sale da 20° a 40°, l’acqua necessaria giornalmente può triplicare. E se a questo aggiungiamo anche l’attività sportiva, possiamo ben capire quanto bere sia fondamentale, vitale per ognuno di noi. L’energia calorica prodotta dal lavoro muscolare infatti deve essere dispersa, proprio perché l’organismo lavora in modo ottimale solo in un range limitato di temperatura interna (37° ± 0.5°). Oltre ad allenarsi, quindi, è necessario “allenare” anche la propria termoregolazione.


Condividi questi contenuti


PER SAPERNE DI PIU'

Per il benessere del bambino è importante bere almeno 8 bicchieri di acqua al giorno. I consigli di HydrationLab per i piccoli che fanno sport.