logo

Le donne

Le donne

Come idratarsi se sei...una donna
Anche per le donne, bere acqua e idratarsi è importante sempre. Ma lo è ancora di più in pubertà e in gravidanza, durante l’allattamento e in menopausa. Momenti durante i quali la corretta alimentazione, abbinata ad un’adeguata assunzione di acqua, può divenire uno strumento decisivo per la prevenzione di alcune patologie. Calcio e magnesio, ad esempio, influiscono positivamente sul decorso dell’osteoporosi, una malattia sociale che colpisce vasti strati della popolazione, soprattutto tra le donne, e che determina una riduzione della massa ossea. Una rarefazione, questa, che può comportare un alto rischio di fratture: del femore, delle vertebre, dell’avanbraccio.

Acqua e gravidanza
Una corretta idratazione della mamma durante la gravidanza è un aspetto fondamentale per assicurare ai due organismi, madre e feto, l’omeostasi, cioè mantenere il giusto equilibrio naturale del corpo, mantenere costanti le condizioni chimico-fisico interne, anche al variare delle condizioni ambientali esterne. A beneficiare di un’adeguata quantità d’acqua bevuta sono il volume del fluido amniotico, il benessere fetale e la capacità del metabolismo di rimuovere prodotti tossici.

Acqua e menopausa
Col passare degli anni, e con l’inizio della menopausa, la donna subisce un cambiamento psicofisico legato alla riduzione degli ormoni femminili, quali estrogeni e progestinici. Sono ormoni che hanno diverse funzioni sui tessuti del corpo femminile: rendono morbida ed elastica la pelle, lubrificano le mucose, rendono più robuste le ossa, oltre ad esercitare un ruolo protettivo a livello cardiovascolare.

Una corretta idratazione può aiutare ad affrontare i sintomi caratteristici di questa condizione, quali le vampate di calore, le sudorazioni notturne, i problemi genito-urinari, comprese le cistiti ricorrenti, l’aumento ponderale e l’aumento pressorio. Bere una giusta quantità d’acqua consente, in definitiva, un buon funzionamento dell’organismo. In particolare, l’ulteriore perdita di liquidi dovuta proprio alle vampate di calore e alla sudorazione viene più efficacemente colmata affidandosi alle acque minerali, in quanto fonte di micronutrienti essenziali come il calcio, utile per prevenire, l’osteoporosi, o il magnesio, che aiuta a diminuire il rischio di ipertensione e i possibili problemi cardiovascolari. Proprio questi micronutrienti hanno infatti un effetto fisiopatologico protettivo sul sistema cardiovascolare e sul sistema nervoso centrale, come nel caso del magnesio.

Nel periodo successivo la menopausa, bere acqua bicarbonato-calcica può contribuire a ridurre il rischio cardiovascolare nella donna. E’ stato infatti documentato che donne sane sottoposte a terapia idropinica con acque ricche in bicarbonato di sodio hanno sperimentato una significativa riduzione di “lipemia post-prandiale”, cioè di presenza nel sangue di grassi potenzialmente aterogeni.

Acqua e allattamento
E’ forse il momento in cui, più degli altri, si “tocca con mano” l’emozione, il brivido, di essere mamma. E anche in questo momento così importante della vita, l’acqua si pone al fianco delle donne, favorendo l’allattamento al seno. Quando l’idratazione è ancora più fondamentale. Si tratta di una fase, infatti, che richiede un aumento del fabbisogno quotidiano di acqua del 30% circa. Il motivo è semplice: aumentano le richieste di acqua da parte dell’organismo materno, sia per l’incremento dell’irrorazione arteriosa e venosa del tessuto mammario, sia per la produzione vera e propria di latte. Del resto, fin dai giorni successivi al parto, il seno produce colostro ad alto contenuto proteico e di sali minerali per poi arrivare, dopo 3 – 5 giorni, ad avere la montata lattea vera e propria. E nel latte, che la donna nei primi 6 mesi arriva a produrre fino a 800 – 1000 ml al giorno, l’acqua rappresenta una grande quota, anche perché il neonato ha una composizione corporea formata all’80% proprio di acqua. Ecco l’importanza di una corretta idratazione durante l’allattamento. Una condizione che prevede un apporto di acqua tra i 2,5 e i 3 litri di acqua al giorno, comportando un evidente rischio di disidratazione.

Eppure, non tutte le mamme riescono sempre ad allattare. Alcune non riescono a mettere a frutto questa fonte naturale di nutrimento per il bambino, di salute e comunicazione tra madre e neonato. L’allattamento quindi deve essere favorito, con una corretta alimentazione e una giusta idratazione fin dalla gravidanza. Già nel primo trimestre di gravidanza, infatti, iniziano le modificazioni che portano il seno a prepararsi per l’allattamento, per proseguire sotto l’azione di diversi ormoni, in particolare gli estrogeni, il progesterone e la prolattina. Inizia inoltre a prepararsi la ghiandola mammaria, aumentando il proprio contenuto di liquidi. Per quanto riguarda l’alimentazione, in particolare quella durante la prima parte della gravidanza, da essa dipendono i depositi di nutrienti che vengono poi utilizzati sia nella seconda parte della gravidanza che durante l’allattamento, determinando la composizione stessa del latte.

Che acqua scegliere? Per un’idratazione adeguata, è consigliabile assumere acqua poco o mediamente mineralizzata, adatta in particolare per le donne che soffrono di problemi come ritenzione idrica e gonfiori e ben tollerata dall’organismo del neonato. Parallelamente va curata anche la dieta quotidiana, che deve essere varia e bilanciata: è importante assumere cibi ricchi di fibre e proteine, e si può abbondare con verdura, frutta e legumi. E' bene, invece, limitare il consumo di zuccheri semplici, come lo zucchero raffinato, i dolci e le bevande zuccherate, e dare la preferenza agli zuccheri complessi, e cioè pane, pasta e riso. La fonte di grasso migliore, poi, è l’olio extravergine d’oliva: non cambia il sapore del latte e apporta al neonato i preziosi acidi grassi monoinsaturi, utili al bimbo per la struttura di tutte le cellule. Non dimentichiamo poi il ruolo degli acidi grassi essenziali omega 3 contenuti soprattutto nel pesce e importantissimi per lo sviluppo cerebrale del piccolo.


Condividi questi contenuti