logo



Acqua e salute: il segreto del benessere è nascosto nello spazio tra le cellule

Acqua e salute: il segreto del benessere è nascosto nello spazio tra le cellule


Una corretta idratazione è alla base del benessere di tutto l’organismo. Grazie alle sue molteplici azioni contribuisce, infatti, al funzionamento dei diversi apparati: da quello cardio circolatorio a quello urinario sino a quello neurologico.

Ma quali sono i meccanismi alla base di questa azione benefica a 360 gradi?
L’acqua, bevanda d’elezione per la salute, pervade ogni spazio extracellulare e intracellulare e, come un grande “mare” interno, costituisce il 70%  dell’organismo. Questo liquido si diffonde all’interno di una rete complessa di fibre e cellule, chiamata matrice. Attraverso il tessuto matriciale, che potremmo paragonare a una sorta di “filtro”, i nutrienti vengono trasportati alle cellule e gli scarti del metabolismo cellulare vengono eliminati. Questo tessuto si può presentare in due stati: fluido (stato di Sol) o denso (stato di Gel). Al fine di mantenere funzionante il passaggio di nutrimenti e l’eliminazione di tossine è necessario che la matrice conservi il suo stato di fluidità, attraverso una dieta appropriata, ma anche attraverso l’apporto della giusta quantità di acqua ogni giorno.

“Come è noto – spiega il professor Umberto Solimene, dell'Università degli Studi di Milano, membro dell'Osservatorio Sanpellegrino, Presidente FEMTEC, Federazione Mondiale del Termalismo - ogni individuo dispone di meccanismi di regolazione e capacità di autoguarigione che mantengono e all'occorrenza ristabiliscono l’equilibrio naturale delle funzioni fisiologiche, quella che viene definita come omeostasi. Sono numerosi i fattori sia di carattere fisico (ambiente, alimentazione, stili di vita scorretti) sia psichico, che contribuiscono ad alterare il naturale stato di equilibrio omeostatico. Quando le sollecitazioni stressogene superano una certa soglia, il nostro organismo non è più in grado di reagire e scivola progressivamente verso situazioni di squilibrio che sono alla radice delle varie malattie. All’interno della matrice, un ruolo fondamentale, e potremmo dire vitale, viene svolto dall'acqua presente nel nostro corpo che ne garantisce la fluidità e quindi il corretto funzionamento”.

L’azione benefica dell’acqua parte quindi “dall’interno” del nostro organismo, proprio in quello spazio tra le cellule - tessuto matriciale - che, come abbiamo visto, deve conservare il suo stato di fluidità, attraverso una dieta appropriata, ma anche attraverso l’apporto della giusta quantità di acqua ogni giorno.  “Al contrario - conclude il professor Solimene -  l'alterazione di questo delicato equilibrio porta a modifiche del metabolismo cellulare, che da un lato accumula tossine, e dall’altro entra in carenza di produzione di energia per la mancanza di nutrienti”.

Ecco svelate le ragioni per cui una corretta idratazione è alla base del benessere dell’organismo con un’azione che aiuta a mantenere “pulita” e in uno “stato di Sol” la matrice intra - ed extra - cellulare.

 

 

Bibliografia
Frantz C,Stewart KM, Weaver VM -  The extracellular matrix at a glance- J Cell Sci. 2010.
Pereira A. - Astroglialhydro-ionic waves guided by the extracellular matrix: An exploratory model.- J IntegrNeurosci, 2017.
Bonnans C, Chou J, Werb Z - Remodelling the extracellular matrix in development and disease - Nat Rev Mol Cell Biol, 2014.


Condividi questi contenuti