logo



Post-vacation blues? Affrontalo partendo da una corretta idratazione

Post-vacation blues? Affrontalo partendo da una corretta idratazione

Gli inglesi lo chiamano “post-vacation blues”, ma in Italia è noto come “stress da rientro” o “depressione post vacanze”: non si tratta di una vera e propria patologia, ma di un disturbo che viene identificato da una serie di sintomi tra cui stordimento, nervosismo, calo dell’attenzione e mal di testa che sopraggiungono al momento del rientro agli impegni quotidiani dopo le vacanze estive.
Il brusco ritorno alla vita in città, al lavoro, al traffico, al cellulare che squilla e, per i più giovani, agli impegni scolastici può rivelarsi stressante. Sono pochi i fortunati che, dopo essersi ricaricati durante la pausa estiva, riescono a ripartire ingranando subito la marcia giusta.

Come organizzarsi al rientro

Per un rientro “soft” può essere utile tornare in città qualche giorno prima dell’inizio “ufficiale” delle attività: concedere al nostro organismo il tempo per riabituarsi gradualmente ai ritmi ed alle responsabilità della vita quotidiana è una strategia preziosa ed utile. Si può partire dal ripristinare pian piano il ritmo sonno/veglia abituale per riprendere poi la normale routine. Un valido aiuto, che tende ad essere sottovalutato, può arrivare da alcune buone abitudini, a partire dal bere la quantità adeguata di acqua ogni giorno.

Una corretta idratazione a base di magnesio può aiutarci ad affrontare al meglio lo stress da rientro e i suoi effetti sul sistema emotivo e sul nostro corpo, come il calo di energia e di efficienza”, spiega il Dott. Alessandro Zanasi, esperto dell’Osservatorio Sanpellegrino e membro della International Stockholm Water Foundation. “Prediligere le acque ricche di questo prezioso micronutriente ci può aiutare  a ripristinare il nostro equilibrio psichico ed emotivo, andando ad armonizzare tutta la sfera nervosa soprattutto quando i disturbi dell’umore diventano più frequenti e soffriamo di difficoltà di concentrazione, insonnia, stanchezza fisica e mentale”.

Come combattere la spossatezza

Inoltre, per combattere quella sensazione di spossatezza, che spesso ci fa tornare rapidamente nella condizione di stanchezza che avevamo prima della partenza, può essere utile seguire una dieta corretta.
Tra gli alimenti che possono darci una mano ad affrontare questo periodo, il più noto è il cioccolato considerato il cibo del buonumore per antonomasia: è infatti è ricco di triptofano, aminoacido che viene trasformato dal corpo in serotonina, sostanza che regola la sensazione di benessere. Non va sottovalutata anche l’importanza del latte, alimento che contiene diverse sostanze che aiutano a produrre la serotonina. A questi va anche aggiunta la frutta secca e in particolare le mandorle che rappresentano un’altra fonte di triptofano.
Infine un altro consiglio è quello di non considerare conclusa l’estate appena rientrati a casa. Settembre può essere un mese in cui si può sfruttare ancora la luce del sole per stare all’aria aperta, facendo una passeggiata o un pranzo in compagnia.


Condividi questi contenuti