logo



L'importanza di una corretta idratazione per i piccoli sportivi

L'importanza di una corretta idratazione per i piccoli sportivi

Se una corretta idratazione è importante per il benessere psico fisico dei più piccoli, a maggior ragione lo diventa quando praticano attività sportiva.

Vediamo perché:

Fare sport aiuta i più piccoli a fortificare il fisico, a tenere sotto controllo il peso, ad imparare a socializzare e a scaricare le energie ma è importante tener presente anche un altro aspetto: sudando il bambino perde liquidi e sali minerali, che se non reintegrati possono influenzare negativamente le prestazioni sportive e il benessere del bambino.

A questo va aggiunto che nei più piccoli il senso della sete è meno sviluppato di quanto lo sia negli adulti, ed è quindi necessaria una maggiore attenzione da parte di chi se ne prende cura. 

A tal proposito la Società italiana di Pediatria Preventiva e Sociale ha recentemente stilato un Decalogo sull’idratazione in età pediatrica, con l’intento di fornire a genitori e pediatri uno strumento pratico e di facile consultazione sul tema dell’idratazione, un aspetto poco presidiato soprattutto se confrontato con l’alimentazione.

Quanto deve bere un bambino?

La quantità di acqua da assumere per soddisfare il fabbisogno idrico giornaliero dipende da molti fattori: età, condizioni di salute, attività fisica svolta, temperatura e tasso di umidità ambientale e regime alimentare.

Un recente studio (nota 1) condotto su un gruppo di piccoli calciatori, di 9-10 anni, ha infatti riscontrato che frutta e verdura possono contribuire ad una corretta idratazione.

Più in generale, come per gli adulti, anche per i più piccoli il consiglio degli esperti è di bere almeno 8 bicchieri d’acqua al giorno, con riferimento ad un bicchiere “a loro misura” cioè da 150 ml.

E quando fa sport?

Il reintegro dei liquidi persi a seguito dell’attività sportiva è molto importante per evitare alterazioni dell’equilibrio idrico, ma per mantenersi idratati adeguatamente è necessario bere non solo dopo ma anche prima e nel corso dello svolgimento dell’attività.

Il consiglio degli esperti, così come riportato in uno dei punti del decalogo SIPPS, è che il bambino beva circa 90-180ml prima di iniziare a fare sport (se il peso corporeo è < 40 kg) o 180-360 ml (se il peso corporeo è >40 kg) e continui ad assumere circa 150-240 ml di acqua ogni 20 minuti fino al termine dell’attività sportiva, quando si suggerisce un apporto di acqua variabile dai 220 a 330 ml/kg di peso perso durante l’attività fisica svolta (nota 2).

 

(nota 1) Rodriguez L., Azevedp AR, Seabra A, Padrao P, Moreira P; “Dietary intake according to hydration status in 9-10 year-old soccer players.”; Nutr Hosp. 2016; Jul 13;33(Suppl 3):315  (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27491580)

(nota 2) Milla-Tobarra M, García-Hermoso A, Lahoz-García N, Notario-Pacheco B, Lucas-de la Cruz L, Pozuelo-Carrascosa DP, García-Meseguer MJ, Martínez-Vizcaíno V. The association


Condividi questi contenuti